Cure Termali Convenzionate ad Ischia

Ischia è la più grande isola dell’arcipelago flegreo, nel golfo di Napoli, ma oltre a essere una splendida località ricca di scorci paesaggistici unici è anche un importante polo termale e sono molto conosciute le cure termali a Ischia Terme: tutto il territorio infatti è ricco di sorgenti d’acqua (di tipo bicarbonato: bicarbonato-solfato-alcaline e bicarbonato-alcaline; cloruro-sodiche: salso-solfato-alcaline-terrose e salso-solfato-alcaline), che vengono utilizzate dalle numerose strutture termali di Ischia (alberghi termali, parchi termali e stabilimenti) nei trattamenti crenoterapici; ma quali sono le cure termali che si possono effettuare in questa bellissima isola campana? Qui è possibile ricorrere all’idropinoterapia, ai bagni termali, alla fangoterapia, a cure di tipo inalatorio e all’antroterapia, oltre all’opportunità di affrontare gli efficaci percorsi vascolari; ma entriamo nel dettaglio.

Cure Termali Ischia in Convenzione ASL SSN

L’idropinoterapia praticata nelle cure Termali a Ischia Terme in convenzione asl ssn:

Nella lotta ad alcune malattie gastroenteriche, del fegato e dell’apparato urinario, è uno dei rimedi termali più conosciuti: prevede che il paziente utilizzi una determinata qualità di acqua termale come bibita, nelle quantità e modalità indicate dal medico, che stabilisce anche gli orari di inizio della cura e gli intervalli di tempo tra un sorso e l’altro. La balneoterapia consiste nell’immersione (totale o parziale) del paziente in una vasca d’acqua a una temperatura compresa di norma tra i 32 e i 38 gradi. Il Sistema Sanitario Nazionale SSN mette a disposizione cicli di fangoterapia e di bagni termali (12 + 12) oppure, in alternativa, solo le 12 sedute di balneoterapia.

Vasca Terme Ischia in Convenzione INPS

L'isola di Ischia è da sempre conosciutà per la sua qualità dei trattamenti termali ed è bene prenotare il centro termale ad Ischia con largo anticipo in modo da assicurarsi una buona permanenza per effettuare i bagni terapeutici, indicati per curare alcune patologie dermatologiche e artroreumatiche, si possono effettuare anche in vasche attrezzate con getti idromassaggianti e si possono integrare con sedute di fangoterapia (anch’essa particolarmente benefica per i disturbi sopra citati), durante le quali il corpo del paziente viene cosparso (localmente o per intero) di uno strato di fango termale (fango vergine + acqua minerale solfurea). Per le cure termali in convenzione ASL (Azienda Sanitaria Locale) tutti gli aventi diritto possono godere, per un massimo di 12 giorni, di alcuni trattamenti crenoterapici il cui importo è completamente a carico del SSN.

Le cure inalatorie che si possono svolgere a Ischia anche con il Ticket in convenzione INPS:

(aerosol, inalazioni, humages, nebulizzazioni e insufflazioni, quest’ultime utilizzate per curare le malattie dell’orecchio medio), ma tutte hanno come principio-base la scomposizione dell’acqua termale in piccole particelle (grazie a degli apparecchi), cosicché il paziente possa inalarla e trarne beneficio alle vie respiratorie. Si può considerare un particolare tipo di terapia inalatoria l’antroterapia, che consiste nella permanenza del paziente in ambienti naturali o artificiali caratterizzati da specifici microclimi (grotte: 32°-47° C; stufe: 50°-70° C), dove questi insieme ai vapori acquei e alla temperatura agiscono positivamente sia sulle vie respiratorie che sul sistema osteoarticolare del paziente. I soggetti che soffrono di malattie reumoartropatiche possono usufruire di 12 sedute in convenzione di balneoterapia, antroterapia (praticata in grotte caldo-umide o caldo-secche) o di fangoterapia con bagni terapeutici o di annettamento. Per le cure accessorie convenzionate (massimo 12 tra quelle che seguono) vi è la possibilità dei bagni termali in vasche con idromassaggio,alcune terapie inalatorie (docce nasali, inalazioni e aerosolterapia), irrigazioni vaginali, marconiterapia, radarterapia e trattamento agli ultrasuoni. I soggetti afflitti da malattie bronco-asmatiche possono invece accedere a cicli di 12 cure fondamentali (12 sedute di aerosol, 12 inalazioni o 12 polverizzazioni o nebulizzazioni) o a cure accessorie come ventilazioni polmonari, docce nasali, marconiterapia, ultrasuonoterapia, irrigazioni vaginali e radarterapia, per un massimo di 12 trattamenti crenoterapici accessori. Il percorso vascolare invece prevede che si cammini (e si effettuino eventualmente degli esercizi) alternativamente in due vasche d’acqua che presentino tra loro un’escursione termica di circa 5°-10° C. Questo permette ai capillari di restringersi (grazie all’acqua fredda) e dilatarsi (per l’acqua calda), rimanendo così elastici e favorendo la circolazione e il ritorno venoso.

Digital Service s.a.s. - P.iva 01994660569 - Privacy Copyright - © 2009 - 2016 Cure Termali.
Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.